Anche a Gorizia A.R. si rafforza. Con un stella.


New entry nelle fila di Autonomia responsabile di Gorizia: l’avvocato Rosanna De Ciantis, già considerata dalla stampa locale papabile quale candidata a sindaco per i Cinque stelle, aderisce al movimento che fa capo a Renzo Tondo. “Una spiegazione della scelta? Semplice- afferma la De Ciantis – amo Gorizia e vorrei che le sue potenzialità culturali e turistiche, che considero enormi, siano valorizzate al massimo. All’interno di Autonomia Responsabile il rilancio del turismo culturale è considerato prioritario e si sta lavorando a un programma realmente innovativo e soprattutto concreto. E’ facile lanciare, come ho visto fare agli altri candidati, proclami generici di chiarezza, partecipazione, rilancio: non ho sentito finora una sola proposta concreta. Noi lo faremo. Le potenzialità di una storia e di una cultura complessa e originalissima- prosegue la De Ciantis – che molti goriziani, con un inspiegabile e pessimistico fatalismo, non riescono a cogliere e soprattutto a valorizzare. La città è decadenza, ma per fortune possiede tra le sue strade, tra i suoi palazzi, nei suoi dìntorni, nella sua stessa storia e cultura tutte le chanches per giocare un ruolo primario nel turismo culturale regionale, che dovrà essere gestito dal Comune Gorizia, a cominciare: dai Musei provinciali che ci sono stati sottratti dall’assessore Torrenti e da quella sinistra che oggi si propone a condurre la città”
L’avvocato de Ciantis aveva partecipato a numerosi incontri di A.R. sul referendum e come racconta, “avevo avuto il piacere di incontrare rappresentanti regionali del partito come Giulia Manzan, Giuseppe Sibau, il presidente Tondo, che ringrazio: ora non resta che mettersi d’impegno.”