TONDO E ORETI (A.R.): PROBLEMA CINGHIALI E NUTRIE. A ROMANS INCONTRO CON CAREDDU E GLI AGRICOLTORI


Dei danni che provocano i cinghiali e le nutrie se ne parla da tempo, preme però passare dalle parole ai fatti. In quest’ottica è avvenuto l’incontro tra gli agricoltori di Romans e dei territori limitrofi con il movimento regionale di Autonomia Responsabile FVG.

Al confronto hanno preso parte il leader della lista civica regionale, Renzo Tondo, assieme al coordinatore provinciale, Fabrizio Oreti.

Promotore e organizzatore del dibattito è stato il candidato sindaco della lista civica Identità e Progresso, Stefano Careddu, che ha presentato e introdotto un problema che non può essere posticipato e demandato così come è avvenuto ultimamente.

Careddu ha illustrato le ripercussioni che provocano gli animali selvatici sui terreni coltivati. Da qui è partita la richiesta degli agricoltori di azioni realistiche in regione per i continui e ingenti danni provocati dai cinghiali che, tra l’altro, distruggono le preziose piantagioni di asparagi della zona.

Secondo Oreti – nel tempo è mancato l’impegno e la volontà dei Sindaci del territorio a bussare in regione per pretendere impegni e soluzioni ad un problema che tocca nel cuore le tasche ed il lavoro degli agricoltori.

Dopo un articolato confronto le fila della serata le ha tirate il leader di Ar, Renzo Tondo, che ha espresso la necessità di intervenire in maniera incisiva a tutela del territorio, impegnando la giunta ed il consiglio regionale predisponendo, assieme agli stessi agricoltori, una mozione da discutere e votare a Trieste per prolungare ed estendere la caccia per evitare che questo tipo di animali selvatici deturpino il lavoro degli operatori agricoli.

TONDO E ORETI CINGHIALI